MUSEO CIVICO DI STORIA NATURALE
Ferrara - Italy

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:



Salta il men¨ principale e vai al men¨ delle sezioni in evidenza
Salta il menu correlato a questa pagine e vai ai contenuti
Salta i contenuti e vai al login

Contenuti

sei in: index > Sezioni > Collezioni di studio
Collezioni di studio
IL MUSEO HA ACQUISITO NUOVE IMPORTANTI COLLEZIONI ENTOMOLOGICHE

Nel giugno 2020, due nuove importanti collezioni di insetti sono giunte ad arricchire ulteriormente il patrimonio scientifico del Museo di Storia Naturale di Ferrara.

Le donazioni provengono dagli entomologi Ettore Contarini e Leonardo Senni, attivi per molti anni in varie zone del mondo ma soprattutto nella nostra regione e in particolare nel territorio ora incluso nel Parco Regionale del Delta del Po. Le raccolte sono iniziate negli anni '60 del XX secolo, ormai sessant'anni fa, e sono testimonianza della biodiversitÓ presente nei decenni passati.

Leonardo Senni (a sinistra) ed Ettore Contarini


Nel video realizzato da Andrea Gioacchini nel 2019, i due entomologi, amici da tantissimo tempo, si scambiano opinioni sulla condizione passata ed attuale della biodiversitÓ in Emilia-Romagna (L. Senni a sinistra, E. Contarini a destra).

A ricevere le oltre 700 scatole entomologiche che contengono complessivamente pi¨ di 100.000 esemplari di insetti erano presenti l'attuale direttore del Museo di Storia Naturale di Ferrara, Stefano Mazzotti, l'Assessore alla QualitÓ Ambientale Alessandro Balboni e l'ex direttore del Museo, Fausto Pesarini, ora conservatore onorario per le collezioni entomologiche del Museo.

Le collezioni contengono soprattutto Coleotteri e Lepidotteri. Tutti gli esemplari sono accuratamente preparati a secco e provvisti dell'indispensabile cartellino che riporta non solo il nome della specie a cui ciascun individuo appartiene ma anche tutti i dati relativi al momento della raccolta (localitÓ, data, nome dell'entomologo che ha effettuato la raccolta): le informazioni di raccolta sono imprescindibili e necessarie a conferire ad ogni singolo reperto un valido contenuto scientifico.

Le due collezioni hanno un importante valore nel campo della ricerca sulla biodiversitÓ e sui cambiamenti globali degli ecosistemi, non ultimi quelli legati al riscaldamento climatico, perchÚ consentiranno raffronti tra le comunitÓ attuali e quelle presenti in passato e saranno oggetto di una catalogazione che ne permetterÓ la fruizione scientifica e didattica.

Il Museo accoglierÓ entro la fine dell'anno una terza raccolta, donata dall'entomologo ravennate Fernando Pederzani, ricchissima in specie di coleotteri acquatici e di importanza scientifica internazionale: il nostro Museo, accogliendo le raccolte di ricercatori e collezionisti presenti sul territorio, assolve ad una delle sue mission prioritarie, quella di salvaguardare il patrimonio scientifico diffuso.
 

Login


 
 
 
codice XHTML 1.0 valido!codice XHTML 1.0 valido! icona livello di conformitÓ AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - livello di conformitÓ AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0